NOVITA' DAL QUARTIERE

Cerchiamo collaboratori/collaboratrici per la nostra WEB TV contattaci via mail

ILFARO WEBTV

lunedì 14 gennaio 2008

EMERGENZA RIFIUTI di Dario Tossio

Prima di parlare di pirolisi, termovalizzatori o altro dovremmo tutti capire che alla base di tutto deve esserci, per cominciare, un oculata e profonda raccolta differenziata. Si deve insegnare ad ogni famiglia, ad ogni persona, come ma sorattutto PERCHE' farlo. E a ciò deve contribuire un azienda dei rifiuti al passo con i tempi, sia in termini di idee che di mezzi. Solo dopo si può cominiciare a parlare di come sfruttare questi rifiuti e valutare qual'è la migliore soluzione.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

http://beppegrillo.meetup.com/468/messages/boards/view/viewthread?thread=4064533

Ci sono dei link molto interessanti che possono aiutare a capire la tecnologia dei dissociatore molecolare, una tecnica usata in Islanda per lo smaltimento dei rifiuti.
DARIO

Salvix ha detto...

Ciao Dario, è con molto piacere che mi trovo qui a scrivere in questo blog e per questo tema. Hai praticamente centrato in pieno il broblema e così sò almeno che siamo almeno in 5/10 persone che la pensiamo così; perche sinceramente guardandomi intorno i numeri non credo siano così diversi. Mi piacerebbe fare qualcosa... ma serve un azione pesante! Non capisco come un amministrazione comunale possa sopportare una maleducazione così estrema in ogni parte della città...forse ne fanno pienamente parte. Io personalmente rischio un pestaggio una volta a settimana quando mi trovo a dover discutere con chi getta di tutto "fuori ai cassonetti e se continuo cosi rischio l'esaurimento a breve. Insomma sono 4 anni che abito in via Nuova di San Liborio e vorrei far sentire la mia voce, arrabbiata e amareggiata prima di tutto, nei confronti di un popolo che ha l'oro fra le mani e continua a sputarci sopra. Scusa lo sfogo, a presto. Salvatore Cardinale

ilfarodisanliborio ha detto...

Ciao Salvatore,
grazie per aver visitato il Blog del nostro quartiere.
ILFARODISANLIBORIO stà diventando sempre piu' ricco e abbiamo bisogno di persone come te per fare il cosidetto salto di qualità.
Se vuoi,lascia il tuo contatto alla mail ilfarodisanliborio@libero.it
ti informeremo di tuute le iniziative che vogliamo intraprendere per migliorare il nostro quartiere e la nostra città.
GAETANO CRISCUOLO del team
ILFARODISANLIBORIO

Anonimo ha detto...

Stamattina leggevo il sito di TRC e ho letto il progetto della pyromex. E' molto interessante.
http://www.pyromex.com/
E cmq, caro salvatore, purtroppo mi sto rendendo conto che manca "semplicemente" una cosa: il senso civico. Ognuno continua a vivere pensando solo al suo orticello quando invece si dovrebbe cercare di avere una prospettiva più larga dell'essere cittadini di una città e di una nazione.
Dario Tossio

Dr. Energia ha detto...

Pensando di fare cosa gradita, Vi indico qui di seguito alcune considerazioni.
E'doveroso precisare che esistono diverse tecnologie ed all'interno di ogni tecnologia esistono diverse applicazioni.
Esistono impianti di Pirolisi con una o due ciminiere per il riscaldamento dei reattori e non per la combustione dei rifiuti.
L’impianto di gassificazione rifiuti in camera stagna Pyromex, NON HA CIMINIERE NE’ CAMINI perchè il riscaldamento del reattore avviene con un forno ad induzione elettrico che porta la gassificazione a temperature ultra elevate - 1.100/1.800 gradi.
Ciò significa che I RIFIUTI NON VENGONO BRUCIATI, non esiste nessun tipo di emissione.
Lo stesso può lavorare rifiuti urbani, speciali, ospedalieri, plastica e quant’altro senza necessità di cernita alcuna, oppure può trattare e convertire tutta la parte normalmente non riclabile.
La tecnologia Pyromex consiste proprio in questo:
- temperatura elevata per dissociare le molecole in modo veloce e non permettere una ricomposizione o formazione di sostanze nocive
- basso consumo di energia elettrica
- alta produzione di energia (PYROGAS) che può essere trasformata in Trigenerazione (Elettricità – Riscaldamento – Refrigerazione) oppure convertita in combustibile liquido e venduta alle raffinerie, che ne hanno estremo bisogno quale prodotto da fonte rinnovabile.
Con il prezzo del petrolio alle stelle, vendere il combustibile liquido senza ulteriori trattamenti è già un'importante fonte di ricchezza.
Il residuo dell’impianto, è un materiale basaltico inerte che può essere utilizzato quale materia prima per laterizi o vasellame. Iò residuo non va conferito in discarica e non serve la discarica.
Credo che la mancanza di queste informazioni stia generando confusioni e speculazioni.
Cordialmente

Anonimo ha detto...

...profitto profitto ...sempre profitto..
mai una cosa che non abbia come fine la sola salvaguardia dell' ambiente...
l'unica cosa la sola che dobbiamo fare e la sola strada percorribile è il riciclo al 100 per cento dei rifiuti..niente pirolisi niente bruciatori ..
Marco

Salvix ha detto...

Questa sera rientrando a casa mi sono trovato disorientato... pensavo di travarmi in Campania o perlomeno di essere davanti ad uno schermo gigante che passava immagini di quello scadaloso spettacolo!!! Non so se ve ne siete accorti ma il contenitore della plastica è quasi scomparso a causa della quantità di sacchetti che gli hanno gettato intorno perchè è pieno. Certo, arrabbiamoci con chi di dovere e su questo non cè dubbio, ma siamo conviti che tenersi in macchina un sacco di plastica pulita, e non di immontizia e buttarla magari al primo contenitore libero avrebbe risolto il problema di questo schifo che c'è qui sotto??!!
CONFERMO...PROBLEMA N.1
C I T T A D I N I I N C I V I L I
E mi chiedo ma perchè tutti ci mettimo la cintura, andiamo piano quando c'è l'autovelox e non ci intimoriamo a gettare i rifiuti di Domenica, i giorni festivi, e fuori dai contenitori? Una bella multa di 100,00 euro non sarebbe un'altra bella entrata per il nostro Comune che sarebbe bene che ogni tanto ci facesse anche capire cosa sta facendo per affrontare il problema che sinceramente a me sembra molto semplice e non riguarda solo San Liborio.
Salvatore Cardinale

Salvix ha detto...

Oggi sono stato minacciato!!!
Mentre tornavo a casa vedo avvicinare i cassonetti sotto casa mia un ape, credo 150 carico di buste nere(12 e grosse) piene di erba, plasica e quantaltro.
Mi sono avvicinato dicendogli che non doveva buttarle li altrimenti le 60 famiglie che abitano solo il mio condominio probabilmente avrebbero trovato i cassonetti pieni prima del solito. Il Signore ci ha tenuto a precisare che non era roba sua ma per un lavoro del Comune. Salute!!! A quel punto non ho pototo che risponderi e chiedere: perchè allora non vai sotto casa del Sindaco o dell'assessore o meglio fuori casa tua a buttare 12 sacchi da residui di giardinaggio e vieni qui sotto casa mia? Ha semplicemente risposto puntando il dito e con un aria minacciosa: "Ricordati" il mondo è piccolo e prima o poi ci si rincontra. Mi chiedo se vale la pena fare questa battaglia contro una maggioranza schiacciante di menefreghisti e rischiare qualche dispetto di cattivo gusto!
P.S. Chissà se era davvero un lavoretto per il nostro comune!?

IDEA RADIO PARLA DI NOI

VIDEO DENUNCIA DELLA NOTTE DI SAN LIBORIO

Loading...