NOVITA' DAL QUARTIERE

Cerchiamo collaboratori/collaboratrici per la nostra WEB TV contattaci via mail

ILFARO WEBTV

sabato 29 marzo 2008

INCONTRIAMOCI !

SABATO 5 APRILE 2008,
TUTTI GLI AMICI DEL BLOG DI QUARTIERE SONO INVITATI AL 1° INCONTRO "AMICI DEL FARO" .
SI DISCUTEREA' DELLE PROBLEMATICHE DEL QUARTIERE E DELLE PROSSIME INIZIATIVE DEL FARODISANLIBORIO.
L'APPUNTAMENTO E' ALLE ORE 15.00 PRESSO IL BAR TOSSIO VIA LABAT SAN LIBORIO.
SARA' ANCHE OCCASIONE PER PRENDERE UN BUON CAFFE' .

PER CONTATTI

3472822167

ILFARODISANLIBORIO@LIBERO.IT

giovedì 20 marzo 2008

DA WWW.TRCGIORNALE.IT

di Damiano Celestini
giovedì 20 marzo 2008 11:53
Quando le istituzioni non funzionano, almeno non come ci si aspetterebbe, molto spesso l’unica soluzione per farsi ascoltare è rimboccarsi le maniche e fare da soli. Una volta c’erano i “picchetti”, gli striscioni oppure si intasavano i centralini con telefonate di protesta. Oggi è tutto diverso, più “high tech”. Esempio lampante è San Liborio che dallo scorso ottobre ha un suo blog: ilfarodisanliborio.blogspot.com.
Si tratta, a tutti gli effetti, del primo blog di quartiere di Civitavecchia. Un’esperienza decisamente interessante portata avanti da Gaetano Criscuolo e da Marco Tossio. «L’idea – racconta Gaetano Criscuolo – è nata da Beppe Grillo. Ci siamo appassionati al suo blog ed abbiamo deciso di dar vita ad un’esperienza simile, ovviamente con le dovute proporzioni…».
Fatto sta che il Faro di San Liborio è diventato ben presto un punto d’attracco anche per i cittadini del quartiere. Oltre a raccontare con ironia ciò che non va grazie ai video di Marco Tossio, infatti, il blog funge da punto di raccordo tra gli abitanti e le istituzioni con Sos San Liborio. «Ogni volta che ci arriva una segnalazione – prosegue Criscuolo – noi la giriamo al Comune e alla Circoscrizione e dobbiamo dire che in alcune circostanze le situazioni evidenziate sono state risolte».
Ma come hanno reagito le istituzioni alla nascita del blog? «All’inizio non bene – ammette Gaetano – ma poi i consiglieri di circoscrizione sono divenuti nostri assidui lettori e ci aiutano portando in consiglio le nostre istanze. La politica, di tutti i colori, si sta interessando al Faro di San Liborio e ci fa piacere perché così possiamo far conoscere i problemi di un quartiere troppo spesso dimenticato».
Esperienza fruttuosa, destinata a moltiplicarsi. «E’ vero – conclude Criscuolo – siamo stati contattati da altri quartieri, come Campo Dell’Oro per esempio, dove i cittadini vogliono dar vita a un blog. Speriamo ci riescano perché i risultati si vedono».

domenica 16 marzo 2008

PENSILINE ETM...NESSUNA NOVITA'!

Ad Ottobre 2007 il nostro Blog si era occupato delle pensiline di attesa autobus ETM, ma senza alcun risultato.
L'inverno è ormai passato, e anche questa volta gli utenti di E.T.M. spa, hanno dovuto fare i conti con le intemperie.Nonostante le proteste di alcuni cittadini del quartiere giunte al sito web di ETM, le pensiline delle fermate autobus di San Liborio sono rimaste in condizioni pietose,senza panchine, senza scudi di protezione ed in molti casi senza le stesse pensiline.
Ma è possibile che anche in questo caso i cittadini di San Liborio siano considerati cittadini di serie B??
Ma che i biglietti non li paghiamo a San Liborio?
ETM, VERGOGNATI!!!!!!!!!!!

sabato 15 marzo 2008

Da CIVITAVECCHIA OGGI del 15/03/2008

Articolo inviatoci gentilmente da La DESTRA di Civitavecchia.
di Pietro COZZOLINO
"CIVITAVECCHIA – il ripristino dell’erogazione idrica ad appena un mese da suo insediamento, la guerra aperta intrapresa contro le malefiche radici dei pini siti in via Montanucci, via Fusco e via Mattei che sarà portata a definitiva risoluzione entro la primavera, dislocazioni più opportune per i cassonetti (che saranno peraltro integrati con altre 200 unità circa). Senza dimenticare i vari problemi risolti ed inerenti la viabilità nonché la prefigurazione di tre nuovi Parchi a verde in via Nuova di San Liborio, via Montanucci e via Cerruti, oltre a quello di recente rivitalizzato e dedicato alla memoria di Giancarlo Pileri, tra via Labat e via Alessandrini.
Questo e tanto altro ancora, quanto da parte della Seconda Circoscrizione presieduta da Giancarlo Frascarelli, dichiaratamente protesa verso la concretezza, infine superando gli schemi della Politica “urlata, delle chiacchiere e retrograda” invece seguiti quasi pedissequamente da altri. A ciò in positiva aggiunta la preventivata istallazione di alcuni contenitori per la raccolta delle batterie usate e gli importanti sviluppi dati dalla nuova Convenzione per il canile, ora al vaglio della Commissione, che si auspica sarà presto sottoposta al parere del Consiglio comunale e per la quale si è già comunque registrato “un più marcato interesse da parte della Asl competente”.
Il tutto dando l’avvio a progetti già predisposti, ottimizzando quelli in itinere ed inaugurandone di nuovi con i soldi destinati dall’Amministrazione centrale a diretto beneficio dello stesso organo decentrato nonché a mezzo di altri investimenti vari. Ciò a favore delle persone residenti e per ribadire, di contro alle polemiche mosse da un componente interno (“sempre lo stesso durante i precedenti mandati”) che si è sempre operato seguendo il Regolamento Circoscrizionale rifacentesi a quello comunale.
Cosa di nuovo sottolineata ieri in Conferenza dei Capigruppo e che sarà oggetto di discussione al prossimo consiglio, all’uopo previsto pare alla presenza dei dirigenti degli Affari Istituzionali, del Direttore Generale e del Segretario Generale del Comune nonché del Vice Sindaco. Un consiglio durante il quale è fintroppo facile dedurre che saranno alzate delle vere e proprie barricate contro "la scheggia impazzita" all'interno del medesimo parlamentino, al secolo il Consigliere, Roberto Scarmigliati. Ed ora, tutti ai ripari!”

venerdì 14 marzo 2008

COMUNICATO STAMPA INVIATO DAL CONSIGLIERE R.SCARMIGLIATI

Ho letto con attenzione l'articolo della Destra cittadina (Luca Crescentini) che ha emanato a riguardo dell'interramento dei tralicci Enel a S. Liborio, non posso altro che affermare quanto segue : caro Crescentini prima di emanare fesserie informati, ti eviterai di fare brutte figure e ti priverai di strumentalizzare la questione alla luce delle prossime elezioni nazionali e provinciali.
Grazie al costante interessamento del Sindaco Moscherini e quello del massimo Responsabile Enel Produzione Ing. Fontecedro, i cavi elettrici dell'alta tensione sono gia' stati interrati. I lavori sono stati momentaneamente fermati in quanto e' sorto un contenzioso tra un proprietario del terreno e la Societa' Enel Produzione, dove deve essere installato il traliccio capotesta della linea.
Per quanto riguarda la tranquillita' dei residenti di S. Liborio posso solo affermare quanto di seguito. Dopo che la Societa' Enel Produzione avra' tolto i tralicci dell'alta tensione di Via Navone e Via dell'Orto di S. Maria, la stessa , cosi' ha chiesto il Sindaco Moscherini, si attivera' per sistemare il manto stradale, sistemera' i marciapiedi ed il primo cittadino ha proposto che vengano sistemati alcuni parchi pubblici di S. Liborio.
In sintesi, stiamo parlando della stessa Enel Produzione (Ing. Fontecedro ed Ing. Ruggieri) che ha fatto sistemare e sta finendo di far sistemare tutti gli Istituti scolastici superiori del territorio.
E' sotto gli occhi di tutta la collettivita' l'eccezionale lavoro portato dalla squadra lavori dell'Enel Produzione coordinata dal Sig. Borghini Aldo che, gia' dalla prossima settimana interverra' per la pitturazione delle parti in ferro dell'Itis Marconi e quelle del Guglielmotti.


Il Consigliere
Roberto Scarmigliati

COMUNICATO STAMPA INVIATO DALLA DESTRA SEZ. CIVITAVECCHIA

Da uno studio condotto in Gran Bretagna è stato riconosciuto che i cavi dell’alta tensione aumentano il rischio di contrarre malattie croniche. La svolta su questo controverso tema è arrivato da uno studio condotto dall’ente nazionale per la protezione radiologica e resa nota dal Sunday Times. Lo scienziato (l’epidemiologico Richard Doll) a capo dell’Ente, afferma che un piccolo numero di bambini ogni anno si ammala di leucemia perché vive vicino ai tralicci dell’alta tensione e che è possibile, anche se ancora non provato, che ci sia un legame anche con il cancro per gli adulti. C’è la prova – dice – che i fili dell’alta tensione aumentano leggermente i rischi di malattie irreversibili.
Gli abitanti di San Liborio hanno quindi ragione a preoccuparsi.
Alla luce di tali affermazioni, come partito ci sentiamo di appoggiare la battaglia che stanno portando avanti i nostri concittadini del quartiere di S. Liborio.
Gli abitanti chiedono, alla amministrazione Comunale e nella specie all’assessore ai lavori pubblici Enrico Zappacosta (Pdl) e a quello delle grandi opere Alessio De Sio (Pdl) di provvedere a far rimuovere i grossi tralicci dell’alta tensione (che troneggiano a pochi metri dai palazzi), mediante l’interramento dei cavi, così come promesso in campagna elettorale, e comunque in generale di cercare di risolvere gli annosi problemi che attanagliano il quartiere.
La richiesta più volte formulata dagli abitanti, molto preoccupati per l’elettrosmog, troverebbe maggior riscontro da parte dell’Amministrazione Comunale se la stessa facesse un giro per le vie del quartiere. Infatti non si può non notare l’eccessiva vicinanza dei tralicci ai palazzi, vicinanza che crea un forte impatto visivo.
Più di una persona ci ha raccontato che, di tanto in tanto, specialmente di mattina e con le finestre aperte, si sente un grosso fastidio alle orecchie, come quello che si sperimenta durante un immersione o a un cambio repentino di quota.
E’ mai possibile che una città come Civitavecchia, che tanto (e forse troppo) ha dato e continua a dare all’Enel, non riesca a sottoscrivere un serio accordo, che vada al di la delle promesse elettoralistiche, per eliminare i tralicci e sostituirli con i cavi interrati e sostegni ad alta tecnologia?
Come tutti ben sappiamo in questi giorni si sta ritrattando la convenzione con l’ente elettrico, in questa sede come partito chiediamo che sia inserito un serio impegno da parte dell’ENEL per la rimozione dei tralicci.Al problema poi dell’elettrosmog va aggiunto il perdurante stato di abbandono in cui versa da sempre il quartiere. Il manto stradale è ormai disastrato, i terreni incolti che nascondono ancora oggi discariche a cielo aperto, l’assenza perenne dell’acqua, la sporcizia, i problemi legati alla sicurezza, il parco impraticabile e la presenza (specialmente nei mesi caldi) di ogni genere di animali, topi di fogna compresi, servizi zero o poco più.La cosa triste - afferma una delle abitanti - è che la carenza di servizi e infrastrutture, spingono sempre più gli abitanti a lasciare il quartiere per recarsi al centro trasformando sempre più S. Liborio nel dormitorio della città. Eppure – sempre la medesima persona – ci ricorda che le sue tasse sono come quelle dei signori del centro.
Tante promesse in campagna elettorale e poi il nulla.
Il portavoce Luca Crescentini e il direttivo de La Destra si compiacciono con questa amministrazione per la caparbietà con cui persegue i suoi progetti “ludici”: vedi il cinema multisala, la discoteca, l’oceanario, lo stadio del nuoto, la cittadella dello sport, i festival di ogni genere. E’ poi e non ultima la notizia con la quale il Sindaco, di ritorno da Dubai, ha annunciato alla città che ha in serbo un nuovo progetto per realizzare a Civitavecchia il “Distripark”, ovvero un mega parco dei divertimenti stile Emirati Arabi, ricordando in tal modo le promesse fatte dall’allora sindaco Pietro Tidei che aveva promesso un parco giochi realizzato da Michel Jackson.
Non comprendiamo come si possa prestare tanta attenzione a questi progetti, quando in realtà i problemi della città sono altri: la salute pubblica, i servizi pubblici, la carenza di case, l’inquinamento, la sanità e la qualità della vita.
Sembra quasi di essere tornati indietro di 2.000 anni, quando gli imperatori dell’antica Roma, “regalavano” al popolo un mese di giochi per distogliere l’attenzione dalle beghe di palazzo.
Il direttivo de La Destra di Civitavecchia, nella persona del suo portavoce, vuole ribadire di essere vicino ai concittadini di S. Liborio e si promette di attivarsi sin da subito, con i pochi mezzi a disposizione, per esercitare una costante pressione affinché i bisogni del quartiere vengano inseriti realmente tra le priorità del Comune.
Notiamo infine con “piacere”, che questa amministrazione ha coniato un nuovo slogan di successo. Dopo il “diamoci da fare”, “la coalizione del fare e delle larghe intese” e il “polo d’eccellenza”, è arrivato il turno del “stiamo lavorando sotto traccia”.
Quindi signori, attenzione a non andare troppo in profondità, potreste trovare qualche consigliere (o assessore) che sta lavorando per noi.

Il direttivo de La Destra, comitato di Civitavecchia

martedì 11 marzo 2008

DISAGI STRADALI (MAIL GIUNTA A SOS FARO IN DATA 11/03/2008 ALLE ORE 10.11)

Sono un cittadino di Civitavecchia che abita in via Flavioni e segnalodisagi su via Achille Montanucci all’altezza della pasticceria del sig.Verde (troppe le vetture parcheggiate in modo “garibaldino” ) c’è sempreil rischio che qualche pedone venga coinvolto.Svoltando poi a sinistraverso via Flavioni altro disagio, davanti alla pizzeria “tutto ok”nonostante sul lato destro ci sia divieto di sosta con rimozione, levetture incuranti parcheggiano anche in doppia fila.
Chiedo piu’ controlli per evitare prima o poi incidenti (considerando che via Montanucci è una via in discesa e le vetture scendono a velocità sostenuta , trovando la colonna ferma ,spesso con frenate energiche si è sfiorato il botto).


IL FARODISANLIBORIO IN DATA 11/03/2008 ALLE ORE 18.00 HA GIRATO LA SEGNALAZIONE AL SINDACO MOSCHERINI.

giovedì 6 marzo 2008

SAN LIBORIO,ENEL ED ELETTRODOTTI. "LA STORIA INFINITA"


Girando per alcune vie del quartiere,non si puo' fare a meno di notare i grossi tralicci dell'alta tensione ENEL.
La domanda nasce spontanea:
"ma quando verranno definitivamente rimossi ?"

Era l'ormai lontano 25 maggio del 2003 quando l'amministrazione De Sio approvava la riconversione a carbone della centrale Enel di Torre Valdariga Nord e stipulava una convenzione con il colosso energetico che all'articolo 3(TUTELA DELL'AMBIENTE) diceva:


ARTICOLO 3

3.1. Per l'attuazione dell'art. 3 dei protocollo d'intesa viene costituito, entro il 31 maggio 2003, apposito gruppo di lavoro tecnico misto Enel - Comune di Civitavecchia per stabilire le modalità di trasferimento della rete di qualità dell'aria, dei dati ambientali finora rilevati e di quant'altro necessario per l'istituzione e l'avviamento dell'Osservatorio Ambientale.3.2 Enel si impegna a razionalizzare e ad interrare, entro tre anni dalla stipula dei presente accordo, i tracciati degli elettrodotti insistenti sul territorio del Comune di Civitavecchia, sulla base di un programma di priorità definito di comune accordo fra l'Amministrazione Comunale e l'Enel:· variante in ambito urbano del tratto finale, della linea a 150 KV S. Lucia Civitavecchia, prima della sottostazione elettrica di Fiumaretta, con innesto nella adiacente stazione FF.SS. e con lo smantellamento dei tratto di linea dimesso;· interramento del tratto finale della linea a 150 KV Vigna Turco Civitavecchia, in corrispondenza dei quartiere S. Liborio.· Interramento del tratto della linea a 150 KV Civitavecchia - S. Marinella, in corrispondenza dei quartiere S. Gordiano.3.3 Enel, attraverso la società Tema, non appena ottenute le autorizzazioni della centrale, predisporrà, entro e non oltre un anno dalla stipula dell'accordo, d'intesa con il Comune e gli Enti preposti, ed in conformità alle normative vigenti, un programma di ulteriori interventi di risanamento ambientale sia di razionalizzazione che di interramento degli elettrodotti restanti sul territorio.3.4 Enel si impegna allo scopo di migliorare la qualità ambientale a rispettare i seguenti valori alle emissioni:S02 3150 tonnellate annue e 100 mg/N M3Nox 3450 tonnellate annue e 150 mg/Nm 3Polveri 585 tonnellate annue e 20 mg/N M3 .


I tre anni passano, ma i traliccci restano.
Dopo "estenuanti" trattative, a gennaio 2006 partono i lavori d'interramento.
La ditta esegue gli scavi,stende il corrugato per l'attraversamento dei cavi,richiude alla meglio le buche e sparisce.
Sembra tutto pronto ma nuovamente tutto si blocca.
Arriviamo al 16 novembre 2007 quando l'amministrazione Moscherini stipula il nuovo accordo con l'Enel.
Oltre ai 10 milioni di Euro,Enel s.p.a. si impegnava a concludere i lavori d'interramento degli elettrodotti entro il 29/02/2008,nel caso non vi fossero elementi ostativi da parte di proprietari terrieri interessati.
Ad oggi non è consentito sapere se ci siano stati impedimenti,ma certo sappiamo che di Enel a San Liborio in questo periodo nemmeno l'ombra.
Crediamo che sia giunta l'ora che il delegato alle trattative con Enel,Alvaro Balloni, spieghi ai cittadini del quartiere il perche' l'Enel continua ad essere inadempiente.
Caro Sindaco la domanda nasce spontanea.......
MA L'ENEL I 10 MILIONIO DI EURO, ALMENO QUELLI LI HA SBORSATI?
SPERIAMO DI SI,ALTRIMENTI CHE FINE FARANNO I SUOI PROGETTI?


by IL TEAM del FARO

mercoledì 5 marzo 2008

UN SALUTO A TUTTI VOI DALLA DESTRA DI CIVITAVECCHIA

Complimenti per il Blog ma soprattutto complimenti per il Vostro attivismo e per l'attaccamento che state dimostrando per il quartiere e quindi per la città.
Noi siamo un movimento giovane, fatto di giovani che hanno deciso di scendere in campo per combattere le buone battaglie contro la politica del "potere" e dei "roboanti proclami".
Non ci sentiamo membri di un partito ma rappresentanti della gente.
Vogliamo un rapporto diretto con i nostri concittadini: comunicare ascoltare le loro proposte, farsi portavoce dei problemi della gente senza distinzioni di credo politico.
Vogliamo essere la "cassa di risonanza" per far sentire ai partiti e ai nostri amministratori la realtà in cui vivono e in cui viviamo.
Il direttivo de “La Destra” con la presente, intende esprimere solidarietà e vicinanza a tutti i concittadini di S. Liborio e, qualora lo riteniate opportuno, siamo pronti ad ascoltarVi per valutare insieme il da farsi.
Ricordiamo che per ogni evenienza potete contattare il nostro portavoce Luca Crescentini al n. 338/59.40.105 .
CordialmenteLa Destra, comintato di Civitavecchia.

lunedì 3 marzo 2008

NUOVO COMUNICATO INVIATO AL BLOG DAL CONSIGLIERE ROBERTO SCARMIGLIATI

Capogruppo: gruppo misto

L'analisi e la denuncia politica emanata dal partito della Destra locale riguardanti, sia le condizioni pietose in cui versa il S. Paolo e zone limitrofe , sia per la questione antenna telefonica di Via Adriana, nella veste di Consigliere della seconda circoscrizione non posso altro che affermare e confermare il tutto e denunciare le bugie politiche emanate dall'Assessore all'Ambiente Attig e la latitanza alle problematiche dell'Assessore ai LL.PP. Zappacosta.
Da mesi la Circoscrizione ha chiesto un intervento di bonifica e riqualificazione per tutta l'area interna ed esterna all'ospedale S. Paolo, campa cavallo che l'erba cresce e' tutto un letamaio ed un zozzamaio vergognoso sotto ogni aspetto.
L'Ufficio ambiente emana le ordinanze dirigenziali e non si fanno rispettare. E' stato dato in appalto alla Cooperativa Libera lo sfalcio delle erbacce, da oltre sei mesi e' tutto un abbandono, incuria, menefreghismo e disorganizzazione.
Cassonetti che fanno la guardia all'immondizia, marciapiedi impercorribili in quanto disastrati e mancanti di scivoli per disabili e persone anziane. Lavori effettuati senza alcun controllo da parte della dirigenza del Comune. Con l'Assessore Zappacosta le cose sono peggiorate sotto ogni aspetto. Non c'e' alcun confronto, non c'e' programmazione, non c'e' organizzazione a "Fiumaretta" ed all'Ufficio Ambiente.
Eclatante e' la bugia emanata dall'Assessore Attig e dal Presidente Frascarelli riguardante il regolamento per le antenne telefoniche. Il Consiglio della seconda Circoscrizione non e' stato mai convocato e non ha deliberato nulla attinente il sopra citato regolamento. Come dire, se la cantano e se la suonano come vogliono.
Il Consiglio di Circoscrizione non ha emanato alcuna delibera per far cambiare il senso di Circolazione marcia in Via Bandita delle Mortelle. Il Presidente Frascarelli e l'Ufficio Lavori Pubblici, se la cantano e se la suonano come credono meglio. Con la presidenza Gentili avevamo chiesto l'allargamento ed il ripristino del disastrato manto stradale di Via Bandita delle Mortelle, poi si potra' parlare di qualsiasi altra cosa. La millantata aiuola da costruire nel mura della Caserma Piave di Via Bandita delle Mortelle che fine ha fatto ?
Per Via Don Milani, era previsto il marciapiedi sul lato mare( opere previste nell'appaltto riguardante il periodo 2004/2006) senza alcuna delibera della Circoscrizione il Presidente Frascarelli e l'Ufficio Lavori Pubblici dell'inconcludente Assessorato, hanno tolto parecchi dossi in Via D. Milani, senza far installare i paletti in ferro a protezione dei passanti a piedi. Le macchine continuano a sfrecciare ad alta velocita' nelle zone dove sono stati tolti i dossi con grave pericolo per gli abitanti della zona.
Sul caos organizzativo e programmatico degli Assessorati ai LL.PP. ed Ambiente, non e' finita qui. I lavori di bonifica e riqualificazione di Via Fusco erano previsti ed erano stati appaltati nel 2006 (22.000 €) , i lavori di bonifica e riqualificazione di Via Navone e Via dell'Orto di S. Maria erano previsti ed appaltati nel 2006 ( oltre 100.000 € ) , i lavori per il muro di contenimento della terra nel parco sopra Via Castagnola era previsto ed appaltato nel 2006.( 8.000 € ) Mi voglio fermare qui perche' sull'"impiccio" che i due Assessorati stanno compiendo per il Parco di S. Liborio ci tornero' a breve.
Ma le comiche nella seconda Circoscrizione, sempre in collaborazione con gli Assessori di cui sopra ed il Presidente Frascarelli, non sono terminate. Il Presidente Frascarelli, senza alcuna delibera del Consiglio di Circoscrizione ha acquistato una targa ed ha intitolato il parco di S. Liborio al defunto Gincarlo Pileri. Santo cielo, l'Ufficio Cerimonie e la Dirigenza del Comune , esistono ? La competenza e' della Prefettura e dell'Amministrazione centrale, sempre dopo che sia stato sistemato il disastrato ed abbandonato parco di S. Liborio e gli altri parchi gia' formalmente intestati, altrimenti e' una sceneggiata che non serve a nulla. Sceneggiata che porta nocumento al primo cittadino ed alla sua Giunta. Cosi' credo.
Mi viene proprio voglia di dire : caro Sindaco, ci metta una pezza perche' diversi inetti della Sua Amministrazione, la stanno portando dalle sabbie mobili, in un burrone…………Mi dia ascolto e dia seguito alle proposte fatte dalla Destra che, sia ben chiaro non e' il mio partito di riferimento in Circoscrizione, ma e' l'unico partito che da tempo si sta interessando delle problematiche riguardanti l'arredo urbano ed il miglioramento della qualita' della vita di tutta la citta'.


Il Consigliere
Roberto Scarmigliati

IDEA RADIO PARLA DI NOI

VIDEO DENUNCIA DELLA NOTTE DI SAN LIBORIO

Loading...